iannellifiorellaSalve, mi chiamo Fiorella ,e voglio raccontarvi la mia storia: oggi sono una onicotecnica affermata e soddisfatta del mio lavoro, ma non sono nata professionalmente così,dopo un percorso iniziale come parrucchiera, mi ritrovo in un viaggio nel ’90 che mi porta in canada e dove scopro il mondo della ricostruzione unghie e servizi curativi a mani e piedi, mi innamoro subito di questa professione che mi porta negli anni a frequentare corsi di specializzazzioni in Canada, fino a quando decido (un po’ per forza di cose, un po’ per sfida) di aprire il mio negozio, unico nel suo genere a Pescara e, piano piano, vedo che la gente apprezza e stima il mio lavoro, ricompensandomi sempre con la loro presenza assidua e fedele.

Sono una persona che ha sempre seguito l’istinto nella vita affidando alle mie forze e alle mie capacità la scia da seguire…….oggi che il mio nome è conosciuto e stimato da tanta gente…mi ritrovo a pensare agli esordi della mia carriera…..fatta di difficoltà e porte quasi sempre chiuse da aprire….e sorrido piacevolmente pensando CHE HO SEGUITO LA SCIA GIUSTA.
Quella che ti fa alzare al mattino senza sentire il peso della giornata e tornare a casa dai tuoi cari senza aver accumulato nervosismo e stress.
Anche oggi che la vita mi presenta nuove sfide da affrontare (una mamma malata…un figlio da sistemare….una crisi che morde senza pietà) non perdo la spinta interiore…che dal 90 mi accompagna!

Voglio, con la mia storia, essere di esempio a tutte le persone che si vedono perse professionalmente o scoraggiate, poiche seguano la passione l’istinto ma, soprattutto, voglio dire di non rimanere immobili ad aspettare, ma rischiare, buttarsi in imprese anche se apparentemente impossibili.

Quando ho iniziato, la realtà della ricostruzione era solo una chimera, molti non avrebbero scommesso 1 lira (allora) fosse realtà in italia, io invece ci vedevo il futuro….una nuova professione,OGGI è UNA REALTA’ MONDIALE.

Auguro a tutti coloro che leggendo il mio racconto si ritrovino anche solo in parte, una vita piena, in tutti i sensi, poichè è vero quando si dice che il lavoro nobilita l’uomo, ma io aggiungo che la dignità di cui ti riveste ti rende libero!

Non posso lasciare queste righe senza aver ringraziato la mia famiglia ,la quale mi ha sempre sostenuto e sono grata per questo, il mio compagno, marito, amico, conforto di ogni giorno… tutte le persone che mi conoscono e tutte le mani che ho toccato,lavorato,colorato,disegnato ,conosciute e non …..poiche devo a voi il mio successo ………………………
dal profondo del cuore GRAZIE!

Fiorella Iannelli